Hawkeye – Il peso di chi resta

Eleonora Poli

Novembre 29, 2021

Resta Aggiornato

“Thanos aveva ragione”. Clint Barton, alias Hawkeye, ci pensa su mentre legge questa scritta nel bagno degli uomini di un teatro. In sala stanno recitando Steve Rogers: the musical, un’ode ai vendicatori che hanno salvato New York e sono caduti anni dopo nel tentativo di proteggere il mondo. È la settimana di Natale e la famiglia Barton è a New York.

Appesi al chiodo arco e frecce, Barton ha raggiunto la tanto amata pensione, già promessagli durante Civil War. La quarta serie tv dei Marvel Studios vede al centro della narrazione quella che sarà l’erede di Occhio di Falco in Young Avengers: Kate Bishop.

New York, 2012 (ancora)

Dopo Endgame e Loki, anche in Hawkeye la battaglia contro i Chitauri del primo Avengers è l’evento scatenante della narrazione. Ricordata come la prima missione degli Avengers finalmente uniti, questo scontro ha sempre significato qualcos’altro e più le trame si intrecciano, più nuovi eroi emergono dalle macerie dell’allora Stark Tower.

hawkeye
Clint Barton/Hawkeye in Avengers

Kate Bishop nel 2012 vive in un attico nel centro di New York. La sua famiglia è una delle più ricche degli Stati Uniti. I suoi genitori stanno litigando per l’ennesima volta e Kate è in equilibrio sulla scrivania che prova a origliare. Poco dopo, boati lontani fanno tremare le pareti della villa e aprono una voragine in salotto. La bambina cerca i suoi genitori per tutta casa, ma rimane da sola in bilico a guardare l’attacco dei Chitauri. Uno di loro la vede e punta verso di lei, quando una freccia trafigge il veicolo su cui egli viaggia facendolo esplodere. Tra il fumo e le braccia della madre, Kate osserva incantata chi l’ha salvata da quel mostro. Clint Barton si erge trionfante a quasi un kilometro di distanza sul tetto di un edificio, intento a combattere con solo un arco e delle frecce.

Nell’attacco il padre della ragazza perde la vita e la bambina si ritrova a promettere alla madre che la proteggerà, a patto di avere al più presto arco e frecce. E così, arrivata a 22 anni, Kate è una ragazza del college che usa le sue abili doti d’arciere per abbattere un campanile per una scommessa.

Hawkeye e Ronin

Hawkeye, dopo che lo schiocco di Thanos ha cancellato tutta la sua famiglia, riversa la sua rabbia sulla giustizia privata, sterminando le varie mafie che infestano la città di New York. In Avengers: Endgame quando Nat lo recluta per recuperare le gemme, l’uomo è intento a sterminare l’intera yakuza sotto il nome di Ronin.

hawkeye
Ronin in Avengers: Endgame

Di ritorno a New York per le vacanze natalizie, Kate viene a sapere dell’imminente matrimonio della madre con il nuovo compagno. Mal visto dalla ragazza, l’uomo sembra avere un’aria sospetta fin dall’inizio. La sera infatti, durante un gala di beneficienza, Kate scopre che nei sotterranei si sta svolgendo un’asta del mercato nero. Gli oggetti battuti sono armamenti ritrovati tra le macerie del Quartier Generale degli Avengers, tra cui la spada e il costume di Ronin. La spada viene acquistata dal patrigno della giovane, mentre il costume resta senza proprietario a causa di un’attacco improvviso dei mafiosi in tuta.

Kate cerca di fermare il gruppo di uomini indossando il costume di Ronin appena trovato, sfoggiando le sue abilità di ginnasta e lottatrice. Maldestramente, riesce a sfuggire ai nemici che però la inseguono fino a scoprire la sua identità. Credendo che lei sia il leggendario Ronin diventa il bersaglio delle gang criminali debellate in precedenza. Soccorsa dal vero Ronin (che sappiamo essere Hawkeye), Kate si ritrova così faccia a faccia con il suo idolo. I due iniziano questo rapporto di collaborazione in cui nessuno sa bene come comportarsi, creandosi così una situazione di imbarazzo e tensione. La stessa tensione che percepirebbe chiunque nel trovarsi nella stessa stanza con chi ti ha salvato la vita.

Hawkeye il sopravvissuto

Dei sei Avengers originali, Clint Barton è l’unico sopravvissuto la cui storia prosegue (per ora). Le serie precedenti riguardavano tutti eroi scomparsi durante lo schiocco o peggio, uccisi prima di esso, come nel caso di Loki.

Hawkeye è l’unico che c’era e c’è ancora.

Invecchiato e con evidenti segni dei vari scontri, come l’apparecchio acustico, Clint vorrebbe solo e finalmente vivere. Vorrebbe stare con i suoi bambini che erano piccoli, non ancora nati nel caso di Nathaniel Pietro in Age of Ultron e che sono diventati polvere davanti ai suoi occhi in Endgame. Clint vorrebbe passare del tempo con sua moglie che ha sempre continuato a aspettarlo. La realizzazione della solitudine che prova Clint Barton ci arriva come una secchiata durante Rogers: the musical. Nat non c’è più. La sua compagna di così tante missioni, della celebre Budapest, non è al suo fianco e questa è la prima produzione in cui Clint è da solo. Oltretutto per colpa sua. Lui c’era quando Nat ha deciso di sacrificarsi. Nessuno lo incolpa, eccetto lui stesso.

hawkeye
Clint Barton e Kate Bishop

Seppur non in modo funebre, questa serie segnerà probabilmente la fine di Hawkeye come lo conosciamo. È un passaggio di testimone visibile, al contrario di Falcon and the Winter Soldier in cui la dipartita di Cap avviene off screen. Con Hawkeye siamo consapevoli di avere a che fare con una successione diretta. La serie è iniziata con Clint Barton che è Hawkeye e finirà con Kate Bishop che è Hawkeye.

Leggi anche: Loki – lo squarcio nel cielo dei multiversi

Correlati
Share This