Life Beyond Life Film Festival – cosa c’è al di là della soglia?

Roberto Valente

Novembre 15, 2021

Resta Aggiornato

Giovedì 18 novembre, dalle ore 18.15, a Lecce presso il Cinema e Teatro DB d’ Essai si terrà la prima serata del Life Beyond on the move. Il festival è sostenuto dall’Università popolare ArtiinMovimento e dalla società di distribuzione QuasiCinema. Il festival rappresenta un’occasione per riflettere su temi che hanno sempre caratterizzato la rappresentazione drammatica in diverse culture. Temi escatologici quali: la morte, la finitezza dell’essere, la sua caducità hanno sempre trovato spazio attraverso il cinema per una riflessione che coinvolgesse inevitabilmente, in un livello profondo, il legame tra mittente e destinatario.

La riflessione sarà offerta grazie a tre cortometraggi:

Rock Out (Belgio, 2019) di Alice Gadbled (Miglior cortometraggio nella prima edizione del festival LFBL)

The Flyining Fish (Turchia, 2019) di Murat Saiginer (Menzione Speciale)

Sending Off (Giappone, 2019) di Thomas Ash (Miglior Documentario).

Rock Out (22’03’’) è un cortometraggio che si focalizza sulla scelta di Bob che pur essendo ateo chiede di essere sepolto religiosamente, sconvolgendo i suoi tre figli. Congedarsi alla vita attraverso codici che non ti appartengono. Alice Gadbled invita alla riflessione con un film ironico e sensibile; propone punti di vista diversi e relativi del momento della separazione di un caro che passa oltre.

The Flying Fish (21’22’’), invece in maniera peculiare e sperimentale descrive, pur in assenza di dialoghi, il viaggio di un pesce volante che segna l’inizio della transizione verso una nuova era.

Sending Off (73’), infine, è un documentario che parla della fine della vita girato nel Giappone rurale. Il regista documenta un medico che, insieme al suo team, fornisce assistenza ospedaliera ai residenti di un villaggio che scelgono di morire a casa. Le stagioni cambiano fornendo uno sfondo alle relazioni più profonde che i pazienti creano con le loro famiglie mentre raggiungono la fine della loro vita.. “Sending Off” è stato nominato Miglior Documentario al Nippon Connection 2019, il più grande festival di cinema giapponese al mondo.

Sarà inoltre presente nel corso della serata la medium spiritualista Annalisa Perrino, riconosciuta a livello nazionale e fondatrice del cerchio medianico “Anima e Cuore” di Novara. Questo sarà un ulteriore spunto di riflessione grazie alla condivisione di un’esperienza diretta con la tematica dell’alterità e del ultrarealtà.

I film saranno introdotti dal direttore artistico Annunziato Gentiluomo, a distanza, e in sala dal Responsabile della Selezione Andrea Morghen e dal Referente della giuria cortometraggi  Lucio Toma.

«Il Cinema DB d’Essai si è dimostrato aperto a questo nostro format e quindi siamo lieti di questa collaborazione. Inizieremo con questa serata evento sperando in altre serate per proseguire con le nostre riflessioni. Parlare e affrontare certi temi è conoscere più a fondo e con maggiore serenità la realtà in cui siamo immersi, avendo strumenti in più per poterci meglio dialogare e rifuggire da paure socialmente costruite», precisa Annunziato Gentiluomo.

«È un’occasione unica per affrontare temi universali ed essenziali per ogni essere umano, temi che troppo spesso sono trattati con superficialità o addirittura sono trascurati. Come per i generi cinematografici, il tema affrontato non deve essere visto come cupo e chiuso in se stesso ma come momento di riflessione e apertura. Gli artisti, attraverso la propria sensibilità personale e culturale, ci offrono prospettive che erodono la tendenza al rifiuto, che ampliano il nostro sguardo sulla vita» conclude Lucio Toma.

Annunziato Gentiluomo, direttore artistico del Life beyond life film festival

Leggi anche: Torino Underground Cinefest 2021 – Per un Cinema Indipendente

Correlati
Share This